Tiramisù, è solo lunedì!

Si sà, il lunedì è il giorno della ripresaprogetto-senza-titolo e necessita di un dolce accompagnamento per renderlo più piacevole da vivere. Noi abbiamo pensato di raccontare un pò la storia di un dolce che piace molto a noi Italiani, rivisitato sotto tante ricette, rimane un classico della cucina tradizionale: il tiramisù. Le leggende che circolando circa la sua nascita sono molte, per questo non si comprende a quale regione vada riconosciuta la sua paternità.

Madre Toscana

Una delle leggende racconta che la nascita di questo dolce risale alle terre della Toscana, in occasione della visita del Granduca di Toscana, Cosimo III De Medici, buon intenditore della cucina nobile e raffinata. I pasticceri in quel giorno di festa crearono un dolce che rientrò fin da subito tra i preferiti del duca, battezzato come “la zuppa del duca”, legata appunto al dolce che oggi conosciamo come Tiramisù.

Padre Veneto

Tra le origini legate a questo dolce vi è anche il nostro territorio Veneto, in particolare  ci riferiamo a Treviso. Tra le tante storie si racconta che il Tiramisù deriva da una semplicissima ricetta, composta da tuorlo d’uovo e zucchero, che veniva adoperata per nutrire anziani e bambini. Tra tante                                                                                         vicissitudini e l’aggiunta di diversi ingredienti, si compone il dolce che ora fa emozionare tutti gli amanti dello zabaione, caffè e cacao.

Ricetta semplice progetto-senza-titolo-3

La ricetta per fare questo dolce è relativamente semplice, perchè si affida a pochi ingredienti e pochi passaggi. Gli ingredienti principali infatti sono i savoiardi, zucchero, mascarpone, uova, caffè e cacao; oltre a fare il caffè, arte per cui gli Italiani vengono riconosciuti maestri, è necessario creare la crema di mascarpone (mascarpone, tuorlo d’uovo e zucchero con l’eventuale aggiunta di un goccio di aroma di limone per togliere l’odore dell’uovo e gli albumi montati a neve). I passaggi per la composizione sono sequenziali, biscotti bagnati di caffè, crema mascarpone, biscotti e così via, finchè non si raggiunge un’altezza considerata sufficiente alle preferenze di chi lo cucina (solitamente gli strati vanno da 2 o 3) da ultimare con una spolverata di polvere di cacao.

Rivisitazioni

Cbdb72d54fd6e7a5ebe4c03d7021758d2ome ogni buona ricetta che si rispetti, anche il Tiramisù ha ricevuto molteplici rivisitazioni, tra Marsala, pistacchi, e forme diverse questo dolce ha differenti presentazioni.

Cercando tra le diverse curiosità presenti nel web abbiamo trovato una ricetta che può piacere anche agli amanti della tradizione: Tiramisù con cantucci e mandorle. I cantucci vengono immersi nel latte di mandorle, viene composta la crema al mascarpone come nella ricetta classica, ma con l’aggiunta delle mandorle tritate e si procede con il normale procedimento: cantucci bagnati, crema mascarpone, cantucci e così via, concludendo con una spolverata di polvere di cacao.

Sperando di aver addolcito la vostra giornata e di aver suscitato in voi il desiderio di mettervi a cucinare qualche dolce prelibato, vi auguriamo un buon lunedì.