Tempo di Zucca

La ricorrente festa di Halloween ci porta a parlare di un ortaggio molto versatile in cucina: la zucca. Esistono diverse tipologie, colori e forme, ma la dolcezza le accomuna tutte.

LE ORIGINI

La zbcfb06f0370fc953c523bd9fd2b141deucca fu conosciuta dagli europei solo dopo la conquista delle Americhe quando Cristoforo Colombo ne portò in Italia diverse varietà. Non era considerato un ortaggio di ottimo prestigio perchè era un prodotto usato dalla bassa plebe. I palati più fini dei nobili del tempo conobbero questo prodotto solo dopo il passaggio delle carestie; la zucca infatti iniziò ad essere utilizzata con spezie ed aromi che aiutavano ad insaporirla. Il nome deriva dal latino cocutia, ovvero testa ed è passato anche a cocuzza cozucca prima di chiamarsi zucca.

d3ea85a2468a1a1a18dd4947dd469902

TUTTO SI USA, NULLA SI BUTTA

La zucca è un alimento che può essere interamente utilizzato.  In cucina le zucche rotonde vengono usate per insalate o risotti, mentre il tipo lungo è più indicato per i minestroni di verdure. La sua polpa è ipocalorica e contiene una bassa percentuale di zuccheri semplici. La polpa tritata può essere utilizzata come lenitivo per le infiammazioni cutanee e la buccia può essere usata per curare le piccole scottature. I suoi semi vengono utilizzati come ricco condimento per le insalate o come snack energetico.  L’estratto di zucca, aggiunto al latte o al succo di frutta, è indicato nel controllo delle nausee mattutine, dei disturbi gastrici e prostatici. Si presta, anche, alle cure di bellezza per via delle sue proprietà lenitive, assorbenti e purificanti.

CURIOSITA’ E FESTE

La zucca non viene utilizzata solo come alimento in cucina, ma viene riadattata anche come strumento musicale; la polpa disidratata viene adoperata come spugna vegetale. Le zucche con la buccia più rigida vengono adoperate anche per la creazione e realizzazione di oggetti ornamentali quali lampade, gioielli e giocattoli.

5aa60063b4f43317343bb10ee479008a

L’ormai nota festa di Halloween, secondo alcuni storici, è in realtà una festa celtica. Il simbolo di questa festa è una zucca incavata con espressioni umane; le sue origini si trovano nella leggenda di Stingly Jack, contadino irlandese che tentò di truffare il diavolo, finché questi lo condannò a vagare nell’oscurità con solo un tizzone ardente per fare luce. E Jack vi costruì attorno una lanterna partendo da una rapa, successivamente sostituita da una zucca.

b2809c5c20e8e7e72b95d9d835a34c20

RICETTE 

Una classica e semplice ricetta prevede di gratinare la zucca in forno, tagliata a cubetti e passata nel pan grattato e nel parmigiano, condita con olio, sale e pepe. Passata in forno per 15/20 minuti a 200° finchè la zucca non risulta morbida internamente.