Il Radicchio Rosso di Treviso

Buono da mangiare, dal sapore delicatamente amarognolo e dalla consistenza croccante, ma anche bello da vedere, grazie al colore rosso scuro e quasi violaceo delle foglie sulle quali si inseriscono le striature bianche del gambo.

E’ il celebre Radicchio Rosso di Treviso, prodotto a Indicazione Geografica Protetta (il cui disciplinare indica come zone di produzione 24 comuni tra le province di Treviso, Padova e Venezia), una delle numerose eccellenze venete e che nel periodo autunnale arriva sulle tavole di molte famiglie.

Due le possibili varietà, la Precoce e la Tardiva, entrambe piantate nei mesi di giugno e luglio ma caratterizzate da differenti periodi di raccolta: a partire dal 1° settembre per il primo e dal 1° novembre e comunque non prima che la coltura abbia subito due brinate per il secondo.